728 x 90

Come combattere la forfora con prodotti eco-bio

0

Care lettrici di Mi Trucco,
Oggi affrontiamo una tematica sicuramente molto cara ad alcune di voi: la cura e la detersione dei capelli che presentano forfora.
La forfora è creata dal normale sfaldamento dello strato più superficiale dell’epidermide del cuoio capelluto. La peculiarità di questa problematica è data dal fatto che molto spesso l’esfoliazione è più rapida e le “squame” aumentano di quantità e dimensioni.
Esistono due tipologie di forfora:

  1. Forfora Grassa, desquamazione accompagnata da seborrea che rende i capelli unti e oleosi. Generalmente questa tipologia di forfora provoca prurito intenso che può sfociare in dermatite seborreica e intensa caduta di capelli;
  2. Forfora Secca, desquamazione causata da disidratazione del cuoio capelluto accompagnata da prurito non grave. In questo caso non si produce caduta dei capelli ma l’effetto antiestetico è evidente.

Le principali cause di forfora sono:

  • Eccessivo ricambio di cellule epiteliali con desquamazione continua e in larga scala;
  • Irregolarità ghiandolare;
  • Aumento della secrezione sebacea a causa degli ormoni androgeni, tra cui il testosterone;
  • Stress, predisposizione;
  • Reazione della pelle a prodotti per capelli come Gel o Lacca.

Molto frequente è il ricorso a detergenti specifici, tendenzialmente ricchi di tensioattivi aggressivi come SLS e SLES che non risolvono il problema ma anzi lo ingigantiscono. A seconda della tipologia di forfora presente, sul mercato dell’eco-bio esistono moltissimi prodotti specifici.

Shampoo all’argilla bianca riequilibrante Bjobj

Eccovi ora alcuni riferimenti commerciali per indirizzarvi verso prodotti certificati e di buona qualità. Il primo marchio che vi consiglio di provare a reperire è Bjobj, rivenduto anche nei supermercati Naturasì. Del marchio Bjobj la referenza più indicata è senza dubbio lo shampoo all’argilla bianca riequilibrante, ideale per cuti grasse e con forfora. Un’altra referenza indicata per la forfora da cute grassa è del marchio Bioearth ed è lo shampoo antiforfora e per capelli grassi. Se soffrite invece di forfora da cute secca, vi consiglio di acquistare lo shampoo al burro di chiuri di Officina Naturae. Altra referenza in questo caso è del marchio Biokap che ha studiato due shampoo antiforfora da scegliere a seconda della vostra tipologia di cute.  Buona prassi è anche quella di arricchire il vostro shampoo con alcune gocce di olio essenziale di rosmarino, noto agente purificante.
Per reperire questi prodotti vi consiglio due portali di rivendita di cosmetici eco-bio: Mondevert e Naturallbio. Sono sicura che molte di voi già conosceranno questi portali per la loro onestà e serietà.
Individuare la tipologia di forfora presente è sicuramente il primo passo per curare adeguatamente i vostri capelli. Evitate di appesantirli con gel o lacche poiché anche se non sono loro la causa del problema molto spesso lo enfatizzano.
Alla prossima,

DebyVany91

 

NB: non sono una parrucchiera, questo articolo è soltanto il frutto di conoscenze personali e non di esperienza diretta poiché non soffro di forfora fortunatamente.

About Author

MiTrucco.it

Il portale italiano sull'Arte del Make Up: recensioni, novità, trend di bellezza e trucco.

Leave A Reply