728 x 90

Porto ospita Expocosmetica 2017

0

Siete in cerca di un “porto” sicuro per la bellezza? Ecco a voi Porto, città recentemente eletta Best European Destination 2017, che si prepara a ospitare Expocosmetica, la mostra rivolta ai professionisti del settore della cosmesi e dedicata ai nuovi prodotti e alle tendenze dell’ambito bellezza e benessere. Questo evento mette in mostra cosmetici, prodotti per la cura della pelle e dei capelli, trucchi e una vasta gamma di accessori di bellezza. Internazionalizzazione e sviluppo di nuove tecniche sono gli obiettivi di questa edizione, che prevede tante novità anche su speciali nuance che ogni anno vengono introdotte. Cambiare in meglio è il motto che guida e stimola l’impegno delle imprese e delle Istituzioni a supporto di questa iniziativa. L’appuntamento è al centro fieristico Exponor dal 22 al 24 aprile.

Un evento che diventa un’occasione preziosa per visitare una delle città più apprezzate dai viaggiatori. Porto infatti, è sempre più in cima alla lista delle preferenze per bellezza, qualità delle attrazioni, vivacità e per la sua rinomata tradizione enogastronomica. La sua morfologia è un insieme di ripidi e stretti vicoli tutti da vivere e da scoprire. I tram e gli ascensori la rendono unica perché ne esaltano ancor di più il fascino. La Sé, la cattedrale della città, è tappa obbligatoria per chi sarà in città durante Expocosmetica, così come l’imponente Dom Luis, il ponte metallico realizzato da un collaboratore di Eiffel. La regione è famosa per la produzione del Porto, che viene ancora conservato nelle grandi cantine che si allungano sulle rive del poderoso fiume Douro. Tra le tante attrazioni della città, la possibilità di incamminarsi in tour istruttivi delle grandi cantine, i quali permettono di scoprire il tradizionale processo di distillazione e offrono l’opportunità di assaggiare alcune delle migliori annate di Porto.

Share.

About Author

MiTrucco.it

Il portale italiano sull'Arte del Make Up: recensioni, novità, trend di bellezza e trucco.

Leave A Reply